SOS Allergia degli occhi: la febbre da fieno

 

Starnuti frequenti, naso chiuso o che cola, occhi arrossati, lacrimosi e irritati: se abbiamo familiarità con questi sintomi, non faticheremo a comprendere il disagio di chi soffre di rinite allergica, meglio nota come febbre da fieno. In questo articolo, cercheremo di fare chiarezza sulle cause sottostanti, su quali effetti ha questa allergia sugli occhi e su come sia possibile porvi rimedio.

Quali sono le cause della febbre da fieno?

Il termine febbre da fieno sta ad indicare una reazione allergica ai pollini, minuscole particelle presenti nelle piante. Si verifica in persone predisposte, quando l'allergene incriminato raggiunge le mucose di occhi, naso, bocca e gola.

I sintomi possono sorprenderci in qualsiasi momento e farsi parecchio sgradevoli, anche in tempi brevi. Tale sintomatologia è la diretta conseguenza di un'anomala risposta del sistema immunitario, che percepisce erroneamente il polline come "nemico" e rilascia sostanze chimiche atte a combattere quella che scambia per un'aggressione al nostro organismo. Sono proprio queste sostanze a scatenare i fastidi tipici dell'allergia.

Vi sono diversi tipi di polline ai quali si può essere allergici, ma le graminacee detengono il record assoluto: queste rappresentano la maggior parte degli allergeni scatenanti la febbre da fieno.  Sebbene non sia ancora chiaro cos'è che crea confusione nel sistema immunitario, vi sono diversi fattori noti per la loro capacità di innescare un episodio allergico. Fra questi, si contano:

  • L'affezione ad altre condizioni allergiche, come l'asma o l'eczema
  • L'esposizione al fumo di tabacco in giovane età
  • La presenza di familiari che soffrono di febbre da fieno

In che modo la febbre da fieno colpisce gli occhi?

La febbre da fieno si traduce spesso in allergia agli occhi. I sintomi includono lacrimazione profusa, irritazione, arrossamento, prurito oculari e, nei casi più severi, palpebre gonfie.

Come evitare la febbre da fieno?

Il primo passo per evitare la febbre da fieno consiste nell'adozione di semplici misure preventive per scampare agli allergeni, soprattutto nei periodi in cui il rischio di contagio è alto. I pollini delle piante raggiungono il loro apice da metà maggio a luglio, mentre il polline dell'albero - che, dopo le graminacee, è la seconda causa della febbre da fieno - viene prodotto tra la fine di marzo e la prima metà di maggio. Anche le condizioni meteo influenzano le quantità di polline di aria, che peggiora nelle giornate umide e ventose. La pioggia, invece, ha il vantaggio di far cadere i pollini al suolo, diminuendone significativamente la propagazione.

Durante i periodi più critici, chi soffre di febbre da fieno trae ovviamente beneficio dal trascorrere più tempo a casa, meglio ancora se in presenza di un condizionatore con funzione di filtraggio. Quando si è invece all'aperto, il consiglio è di indossare un paio di occhiali da sole con montatura avvolgente, allo scopo di proteggere gli occhi dai pollini che svolazzano nell'aria.

I portatori di lenti a contatto dovrebbero valutare l'idea di passare agli occhiali o, quantomeno, alle lenti "usa e getta" giornaliere. Nel corso del tempo, infatti, gli allergeni possono depositarsi e accumularsi sulla superficie della lente a contatto, aggravando la già delicata condizione allergica.

Lenire gli occhi dolenti e irritati

Per trattare l'allergia degli occhi, esistono vari rimedi disponibili. Nel caso della febbre da fieno, esistono colliri specifici per contrastarne i sintomi, quali lacrimazione, arrossamento e irritazione oculari.

In alternativa, è possibile trattare il problema alla fonte, ricorrendo agli antistaminici. Ne esistono in diverse forme, da assumere per via orale o in collirio, ma, in genere, è necessario che siano prescritti da un medico.

Prodotti specifici, come Optrex ActiDrops Collirio 2in1 Lenitivo, possono aiutare a lenire il fastidio oculare, anche quello causato da reazioni allergiche.

Puoi consultare il sito, per maggiori dettagli su questo collirio e sull'intera gamma di prodotti della linea. Prima dell'uso, leggere sempre l'etichetta.

 

Optrex ActiMist Spray 2in1 è una linea di Dispositivi Medici CE0482, Optrex ActiDrops collirio 2in1 Rinfrescante, Optrex ActiDrops collirio 2in1 Lenitivo e Optrex Multi Azione bagno oculare sono Dispositivi medici CE. Optrex ActiDrops collirio 2in1 Reidratante è un Dispositivo medico CE0120. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni d’uso. Autorizzazione del 24/10/2017

Altri articoli:

Optrex ActiDrops ™ Collirio 2in1 Rinfrescante per occhi Stanchi

Optrex ActiMist™ SPRAY 2in1 per occhi Stanchi e Arrossati