Occhi irritati: cause, sintomi e rimedi

 

Molte persone, nel corso della propria vita, sperimentano fastidi e irritazioni oculari. Per fortuna, nella maggior parte dei casi, si tratta di disturbi transitori, che si risolvono autonomamente nel giro di poco tempo. Tuttavia, ci sono casi in cui l'irritazione agli occhi è qualcosa di più di un semplice inconveniente.

Diamo quindi un'occhiata alle cause che possono stare alla base degli occhi irritati, ma anche ai potenziali trattamenti per tenere a bada questo disturbo.

Quali sono le possibili cause dell'irritazione agli occhi?

Dietro l'irritazione oculare, possono nascondersi diversi fattori scatenanti. Ecco i principali:

Corpo estraneo in un occhio

Che si tratti di una ciglia, di residui di polvere, di sabbia o ghiaia, quando un corpo estraneo entra in contatto con l'occhio può provocare prurito e bruciore.

Allergie oculari

Le allergie oculari possono essere limitate ad alcuni periodi dell'anno, ad esempio possono verificarsi nei mesi primaverili ed estivi, ossia quando la natura è in pieno fermento e l'aria è satura di pollini. Questo tipo di allergia oculare è meglio nota come congiuntivite stagionale. Alcuni di noi, però, possono avvertire questi sintomi durante tutto l'anno, quindi soffrire di una allergia cronica, alla quale può seguire una congiuntivite cronica.

Oltre ai pollini, vi è un gran numero di allergeni che, nei soggetti predisposti, possono portare all'irritazione oculare. Questi includono i peli di animali e gli acari della polvere. Generalmente, in questi casi, si parla di "allergie indoor", cioè dove i fattori scatenanti sono circoscritti all'ambito domestico. La polvere di casa può contenere spore di funghi, muffe e forfora animale, quindi scatenare reazioni allergiche in qualsiasi momento.

Infezioni agli occhi

L'occhio può essere infettato da una grande varietà di microrganismi, compresi batteri, virus e funghi. Quando questo succede, possono svilupparsi irritazioni e altri sintomi infiammatori. Persino le palpebre possono diventare bersaglio di focolai infettivi. Tutti siamo esposti   all'aggressione di agenti patogeni,   ma le infezioni agli occhi sono più frequenti tra chi porta le lenti a contatto.

Graffi alla cornea

La superficie anteriore dell'occhio (cornea) può venire danneggiata o graffiata. Generalmente, questo avviene in seguito a un trauma o a una infezione virale. Chi è affetto da danni corneali trova questa condizione particolarmente fastidiosa, visto che ogni battito di palpebre irrita la ferita sempre di più. In genere la sintomatologia non si limita al dolore, ma comprende anche abbondante lacrimazione e rossori oculare, che possono portare a processi infiammatori più gravi.

Indipendentemente dalla sua causa primaria, l'irritazione agli occhi presenta sintomi specifici come l'iper-produzione di lacrime e un aumentato bisogno di sbattere le palpebre. Questa reazione è parte del meccanismo di difesa dell'occhio, che agisce, appunto, nel tentativo di combattere l'irritazione. È per tale ragione che, quando un occhio si irrita, il nostro istinto immediato è quello di sfregarlo. Questo, però, non può che peggiorare la situazione e causare ancora più danni.

Quali condizioni si associano all'irritazione oculare?

Occhi rossi

Il termine "occhi rossi" descrive perfettamente la condizione degli occhi irritati e  arrossati.

Gli occhi rossi possono essere la diretta conseguenza di alcuni dei disturbi già visti, come le infezioni o le allergie. Ma ad esserne responsabili possono essere anche alcune cattive abitudini, come indossare le lenti a contatto troppo a lungo. Fra le cause più comuni, riscontriamo:

  • Affaticamento degli occhi
  • Effetto del cloro contenuto nelle piscine
  • Esposizione eccessivamente prolungata a uno schermo
  • Mancanza di sonno

Ma gli occhi rossi possono associarsi anche ad altre condizioni come:

  • La rottura di un vaso sanguigno presente sulla sclera dell'occhio, una condizione nota come emorragia subcongiuntivale
  • Infiammazione delle palpebre o blefarite
  • Un piccolo rigonfiamento rossastro sulla palpebra, più comunemente conosciuto come "orzaiolo"

Gli occhi rossi possono essere un sintomo anche di patologie più severe, come l'uveite e il glaucoma. L'uveite è un'infiammazione dello strato centrale dell'occhio, comprensivo dell'iride, del corpo ciliare e della coroide. Il glaucoma è una malattia cui si associa una pressione oculare elevata e può causare danni, anche irreversibili, al nervo ottico. Tali condizioni non sono ovviamente equiparabili a quanto descritto in precedenza, ed entrambe richiedono la cura da parte di un medico specialista.

Occhi secchi

Un'altra condizione legata all'irritazione oculare è conosciuta come "sindrome da occhio secco". Analogamente agli occhi rossi, anche qui le cause possono essere le più svariate. Prima di tutto, però, vediamo perché gli occhi secchi si manifestano:

Quando sbattiamo le palpebre, il contenuto lacrimale viene diffuso sulla superficie dell'occhio, formando una pellicola. Questa permette all'occhio di conservare sempre la giusta umidità e lo aiuta a rimanere idratato. Tuttavia, se non si producono abbastanza lacrime o se questo film protettivo si danneggia, possono  generarsi fenomeni di secchezza e irritazione. Alcune persone avvertono anche una sensazione di "granulosità" e un lieve bruciore. A causare la secchezza oculare vi sono diversi  fattori, fra i quali:

  • L’ eccessiva esposizione a uno schermo, che induce una riduzione del numero di battiti delle palpebre e, di conseguenza, una cattiva distribuzione del film lacrimale
  • Aria condizionata, ventilatori e impianti di riscaldamento, capaci di incidere sul grado di umidità dei nostri occhi
  • Invecchiamento - Con l'avanzare dell'età, produciamo sempre meno lacrime
  • Lenti a contatto, soprattutto se indossate per periodi prolungati
  • Tutti quei farmaci che possono indurre secchezza oculare come effetto collaterale
  • Alcune condizioni mediche, associate alla sindrome da occhio secco

Generalmente, gli occhi secchi non causano dolori intensi né alterazioni della visione.

I sintomi che ad essi si associano possono però persistere, e persino peggiorare, durante la giornata.

Come trattare l'irritazione oculare e altri sintomi correlati agli occhi secchi o arrossati

Optrex può aiutarti

Vi sono diversi prodotti, nella gamma Optrex, che possono aiutare a lenire i sintomi dei principali fastidi oculari. Questi includono Optrex Actimist Spray 2in1 per occhi secchi e irritati*, che può essere applicato anche mentre si indossano le lenti a contatto. Optrex ActiDrops collirio 2in1 reidratante occhi secchi lubrifica e dona sollievo agli occhi secchi .

Per maggiori dettagli sulla gamma di Optrex e per trovare il rimedio che fa al caso tuo, puoi chiedere informazioni al tuo farmacista di fiducia o visitare la pagina del sito "Ricerca rimedi", appositamente ideata per aiutarti a individuare il prodotto più adatto a te.

* Sintomi come secchezza, prurito, irritazione, lacrimazione e stanchezza oculari dipendono nella maggior parte dei casi da disturbi al film lipidico che riveste l'occhio.

Optrex ActiMist Spray 2in1 è una linea di Dispositivi Medici CE0482, Optrex ActiDrops collirio 2in1 Rinfrescante, Optrex ActiDrops collirio 2in1 Lenitivo e Optrex Multi Azione bagno oculare sono Dispositivi medici CE. Optrex ActiDrops collirio 2in1 Reidratante è un Dispositivo medico CE0120. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni d’uso. Autorizzazione del 24/02/2016.

Altri articoli:

Optrex ActiMist™ SPRAY 2in1 per occhi Secchi e Irritati

Optrex ActiDrops ™ Collirio 2in1 Reidratante per occhi Secchi