Occhi stanchi? Puoi combatterli dormendo!

 

I benefici del sonno

Tutti sappiamo come ci si sente dopo una buona nottata di sonno. Ci svegliamo più sereni, pronti ad affrontare una giornata nuova, sapendo di poter contare su una mente più brillante, un corpo rigenerato e occhi svegli e vigili.

Ma perché questo accade?

L'insonnia può effettivamente colpire chiunque, ma fortunatamente per la maggior parte di noi è soltanto un evento occasionale. Quando ci troviamo a vivere momenti che ci rendono preoccupati o agitati, potremmo incontrare diverse difficoltà nel prendere sonno. Tuttavia, si tratta generalmente di un fenomeno transitorio.

Dormire è essenziale per:

  • Evitare di sentirsi fiacchi tutto il tempo
  • Non farsi cogliere dalla sonnolenza durante la giornata, quando invece dovremmo svolgere attività che richiedono la nostra attenzione come guidare ed essere efficienti al lavoro
  • Prendere decisioni lucidamente
  • Prevenire disturbi più seri come l'ansia o la depressione
  • Partecipare pienamente alla vita familiare

La mancanza di sonno può quindi influenzare aspetti importanti della nostra vita. Ma uno degli organi strettamente connessi al sonno sono gli occhi, e l'insonnia può ripercuotersi anche sulla loro salute.

In che modo la stanchezza può colpire gli occhi?

Oltre a creare stress fisici ed emotivi, la privazione di sonno affatica l'apparato visivo e peggiora i sintomi degli occhi stanchi.

Chi soffre di occhi stanchi, generalmente sperimenta sintomi come:

  • Irritazione oculare
  • Bruciore
  • Occhi secchi
  • Lacrimazione eccessiva
  • Disturbi della vista
  • Un'aumentata sensibilità alla luce

A questi segnali, spesso si accompagnano ulteriori conseguenze tipiche della carenza di sonno, come dolori al collo, alle spalle, alla schiena e stanchezza alle gambe.

Quando cerchi di affrontare la giornata sforzando occhi già stanchi, potresti compromettere  le tue attività quotidiane. Potresti incontrare difficoltà a: 

  • Concentrarti nella lettura, ad esempio di documenti lavorativi o della segnaletica stradale
  • Scrivere alla tastiera del computer
  • Guidare per accompagnare i figli a scuola o per recarti al lavoro
  • Utilizzare  computer, smartphone o videogame

Ammettiamolo, specialmente durante la guida, abbiamo bisogno di tutta la vigilanza possibile e gli occhi stanchi sono uno dei principali nemici in questa situazione. Altri compiti, come la lettura e la scrittura, sono spesso esigenze quotidiane e ci si sforza quindi di farsene carico. Ma così facendo, si somma ulteriore fatica, con il risultato di peggiorare la situazione di partenza.

Perché gli occhi stanno meglio dopo un sonno ristoratore?

Anche se gli occhi si muovono durante alcune fasi del sonno, la cosiddetta fase REM da "rapid eye movement", in realtà dormire permette ai muscoli oculari di rilassarsi. Mentre dormiamo, poi, gli occhi vengono riforniti di sostanze nutritive essenziali alla loro salute.

Per combattere gli occhi stanchi puoi:

  • Cercare di riposare di più e in maniera migliore
  • Utilizzare un trattamento specifico per occhi stanchi

Come prevenire gli occhi stanchi

Se pensiamo di soffrire di affaticamento degli occhi, allora è il caso di valutare la nostra routine quotidiana e prendere nota di tutte quelle cattive abitudini che contribuiscono ad aggravare il problema.

Quando lavoriamo:

  • Siamo troppo vicini a schermi luminosi, come il monitor del computer? Se è così, dovremmo cercare di abituarci a sedere a una distanza appropriata, regolando direttamente la schermata del PC per migliorarne la visibilità. Regolare l'altezza dello schienale, l'angolo e la distanza di visione servono a migliorare il nostro grado di attenzione e ad offrire un po' di tregua ai nostri occhi.
  • Assicurarsi di pulire regolarmente gli schermi, impostare una luminosità corretta e usare una schermatura, se necessario, aiuta a rendere la visione più confortevole.
  • È essenziale concedersi pause regolari quando siamo al computer, anche se si tratta solo di un paio di secondi per chiudere e riposare gli occhi, o di sbattere con più frequenza le palpebre per favorire la diffusione del film lacrimale e ristabilire livelli di idratazione adeguati. Un'altra alternativa consiste nel distogliere lo sguardo dallo schermo e concentrare la vista su un oggetto lontano per qualche secondo.
  • Oltre a regolare la luminosità, può essere utile provare diverse combinazioni di contrasto. Si potrebbe rimanere sorpresi dal miglioramento, soprattutto in termini di sforzo della vista.

Quando siamo alla guida:

  • Se possibile, cerchiamo di non guidare fino a tarda notte. Gli occhi si stancano con più facilità quando la luce è  scarsa, soprattutto in inverno.
  • Assicuriamoci che il posto di guida sia comodo e posizionato correttamente.
  • Alcune persone hanno bisogno degli occhiali da vista solo in alcune occasioni. Ma se notiamo che, indossandoli, la nostra visione di guida diventa più chiara, allora può essere una buona idea adoperarli più spesso, anche per sforzare meno gli occhi.
  • Quando dobbiamo percorrere lunghe distanze, è essenziale concederci qualche sosta. Guidare quando sentiamo che la stanchezza sta prendendo il sopravvento può rivelarsi estremamente pericoloso.

Se indossiamo gli occhiali o le lenti a contatto:

  • Siamo sicuri che gli occhiali da vista o le lenti a contatto siano graduati in maniera corretta? O, magari, è giunto il momento di una nuova visita oculistica? Strizzare gli occhi per vederci meglio e dover costantemente regolare la messa a fuoco, richiede alla vista uno sforzo notevole.

Concedersi più riposo e migliorare la qualità del sonno

Certo, più facile a dirsi che a farsi. Ma, oltre alle difficoltà di prendere sonno una volta a letto, hai mai provato a considerare le tue abitudini PRIMA di dormire?

Stabilire una routine capace di conciliare il riposo notturno può davvero fare la differenza.

Prendiamo in considerazione alcuni suggerimenti:

  • Prima di stenderci a letto, potremmo provare a scrivere, o in alternativa passare in rassegna mentalmente, gli impegni del giorno successivo. In questo modo avremo già la giornata organizzata e, quando tenteremo di addormentarci, non ci assaliranno preoccupazioni riguardo i nostri incarichi quotidiani.
  • Prima di dormire, proviamo a rilassarci senza guardare la TV e senza leggere. Anche se molte persone trovano che la lettura concili il sonno, per altre questa attività potrebbe finire per affaticare ulteriormente la vista. Allora, perché non preparare una bella playlist di musica rilassante, chiudere le palpebre e sederci ad apprezzarla? Non si tratta di dormire, quanto piuttosto di far riposare gli occhi e la mente affinché siano pronti per la fase successiva, quella del sonno.
  • Un bagno caldo, prima di coricarsi, può rivelarsi davvero rigenerante. Possiamo chiudere gli occhi e rimanere immersi nel tepore dell'acqua, pregustandoci il sonno a venire.
  • Esercizi dolci e molto leggeri, come lo stretching o alcune tecniche di yoga, possono rivelarsi attività decisamente distensive. Se vogliamo apprezzare al massimo il senso di relax, possiamo compiere gli esercizi a palpebre chiuse, per fornire un po' di tregua agli occhi stanchi.
  • Evitiamo di bere caffè o qualsiasi altra bevanda contenente caffeina prima di andare a letto.

La nostra camera da letto

Una volta calmi e rilassati, e magari anche un po' assonnati, è il momento di dirigerci nel tempio del nostro sonno: la camera da letto. Proprio per la sua funzione, ossia quella di assicurarci un riposo effettivamente rigenerante, nulla in questa stanza deve essere lasciato al caso. Passiamo quindi in rassegna alcuni dettagli importanti:

  • Accertiamoci che non vi siano fonti luminose, provenienti ad esempio della sveglia, dal telefono o da spie LED del lettore DVD e della TV. Se notiamo la presenza di alcune luci, possiamo cercare di coprirle o, meglio ancora, spegnerle completamente. Durante il sonno è meglio ridurre al minimo le distrazioni, specie se possono essere altamente disturbanti. Se si vive in città, il traffico e l'illuminazione stradale possono diventare un ostacolo di cui tenere conto. In questo caso, meglio optare per tende scure e pesanti oppure indossare un ‘apposita mascherina per occhi.
  • Se possibile, montiamo doppi vetri per isolare acusticamente la camera da letto oppure, per una soluzione più economica, affidiamoci a un paio di tappi per le orecchie.
  • Assicuriamoci che la temperatura non sia eccessiva, poiché è difficile prendere sonno in una stanza troppo calda.
  • Concedetevi un nuovo materasso, se necessario. Spendiamo più tempo a letto che su qualsiasi altro tipo di arredo, quindi è un investimento ragionevole per prendersi cura della propria salute.

Trattamento per gli occhi stanchi

Quando riusciamo a ristabilire un certo equilibrio nel nostro sonno, migliorandone la qualità, è molto probabile che a beneficiarne siano anche gli occhi, i quali, al mattino, si presenteranno meno stanchi, gonfi e arrossati. In attesa di migliorare il nostro riposo notturno, possiamo limitare gli effetti degli occhi stanchi con trattamenti studiati ad hoc. Ad esempio, Optrex Actimist Spray 2in1 per occhi stanchi e arrossati  è in grado di fornire un rapido sollievo dai sintomi, con effetti che durano fino a 4 ore. Questo prodotto aiuta a ristabilire l'umidità oculare e a prendersi cura della pelle circostante, idratandola .

In alternativa,  Optrex ActiDrops™ Collirio 2in1 Rinfrescante per occhi stanchi  aiuta a lenire e  rinfrescare gli occhi sottoposti a forti stress.

Optrex Actimist ha ideato un'ampia gamma di prodotti per il trattamento degli occhi stanchi e arrossati, secchi ed irritati e soggetti a prurito e lacrimazione eccessiva. Per trovare il prodotto più indicato a ogni singola esigenza è possibile consultare la sezione "Ricerca rimedi", disponibile sul sito web. E ora... Buon riposo!

* Sintomi come secchezza, prurito, irritazione, lacrimazione e stanchezza oculari dipendono per la maggior parte dei casi da disturbi al film lipidico che riveste l'occhio.

 

Optrex ActiMist Spray 2in1 è una linea di Dispositivi Medici CE0482, Optrex ActiDrops collirio 2in1 Rinfrescante, Optrex ActiDrops collirio 2in1 Lenitivo e Optrex Multi Azione bagno oculare sono Dispositivi medici CE. Optrex ActiDrops collirio 2in1 Reidratante è un Dispositivo medico CE0120. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni d’uso. Autorizzazione del 24/02/2016.

Altri articoli:

Optrex ActiMist™ SPRAY 2in1 per occhi Stanchi e Arrossati

Optrex ActiDrops ™ Collirio 2in1 Rinfrescante per occhi Stanchi